Agevolazione Per I Comuni Sotto i 5.000 Abitanti

Fondo per i Piccoli Comuni Turistici: Finanziamenti a Fondo Perduto per la Valorizzazione

Il Ministero del Turismo ha istituito un bando per sostenere i piccoli comuni italiani con una popolazione inferiore a 5.000 abitanti e classificati come comuni a vocazione turistica. L’obiettivo del bando è finanziare interventi volti a valorizzare questi comuni, promuovendo l’accessibilità, la mobilità, la rigenerazione urbana e la sostenibilità ambientale.

Soggetti beneficiari: Possono presentare domanda i Comuni italiani che soddisfano i seguenti requisiti:

  • Popolazione residente Istat inferiore a 5.000 abitanti.
  • Appartenenza ad una delle categorie turistiche prevalenti, come definito dall’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT).

Tipologie di interventi ammissibili: Le proposte progettuali devono riguardare almeno una delle seguenti tipologie di interventi innovativi:

  • Miglioramento dell’accessibilità turistica per persone con disabilità.
  • Sviluppo di nuovi itinerari e destinazioni turistiche che valorizzino l’identità territoriale e la cultura locale.
  • Riqualificazione urbana e rimozione di elementi di degrado in zone urbane con potenziale attrattività turistica.
  • Promozione di forme di mobilità sostenibile, come ricoveri per biciclette lungo percorsi cicloturistici, piazzole di sosta per camper e misure per adattare le strutture turistiche ai cambiamenti climatici.
  • Creazione, produzione e diffusione di spettacoli dal vivo e festival.
  • Sviluppo del turismo locale nel settore primario e delle attività artigianali tradizionali.
  • Riduzione dell’impatto ambientale delle attrazioni turistiche.
  • Promozione della sostenibilità ambientale attraverso la tutela degli ecosistemi, della biodiversità e delle risorse naturali, nonché il rispetto delle culture locali.

Spese ammissibili: Le spese di investimento ammissibili includono:

  • Lavori ed acquisto di beni/servizi.
  • Realizzazione di prodotti e servizi di marketing turistico e territoriale.
  • Pubblicazione di bandi di gara.
  • Acquisizione di autorizzazioni e pareri.
  • Imprevisti (soggetti ad approvazione del Ministero del Turismo).
  • Allacciamenti e accertamenti tecnici.
  • Acquisto di attrezzature e impianti.
  • Spese tecniche di progettazione e gestione.

Entità dell’agevolazione: Il fondo dispone di una dotazione finanziaria di 10 milioni di euro per il 2023, 12 milioni di euro per il 2024 e 12 milioni di euro per il 2025. Il contributo concedibile per ogni progetto non può superare il 100% delle spese ammissibili e 500.000 euro per ogni anno di progettazione e realizzazione. La proposta progettuale non può essere inferiore a 150.000 euro annui.

Conclusione: Il Fondo per i Piccoli Comuni Turistici offre un’opportunità preziosa per i piccoli comuni italiani con una vocazione turistica. Attraverso finanziamenti a fondo perduto, i comuni possono realizzare interventi innovativi finalizzati alla valorizzazione del proprio territorio. I progetti devono mirare a migliorare l’accessibilità, la mobilità, la rigenerazione urbana e la sostenibilità ambientale.

È importante sottolineare che i comuni devono soddisfare i requisiti di popolazione e appartenenza alle categorie turistiche stabilite dall’ISTAT. Inoltre, le proposte progettuali devono riguardare almeno una delle tipologie di interventi ammissibili, che vanno dall’accessibilità per le persone con disabilità alla promozione del turismo locale e alla riduzione dell’impatto ambientale.

Le spese ammissibili coprono una vasta gamma di investimenti, tra cui lavori, acquisto di beni e servizi, promozione turistica e attrezzature. L’entità dell’agevolazione dipende dalla percentuale di spese ammissibili e non può superare i 500.000 euro all’anno.

In conclusione, il Fondo per i Piccoli Comuni Turistici rappresenta un’opportunità concreta per i comuni italiani che desiderano valorizzare le loro potenzialità turistiche. I finanziamenti a fondo perduto offerti consentono di realizzare progetti innovativi e di migliorare l’attrattività dei comuni con una popolazione inferiore a 5.000 abitanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *